SEO

http:BL

By 23 febbraio 2016 No Comments

La lista nera HTTP (http blacklist o anche http:bl), è un sistema che permette agli amministratori di sistema di utilizzare i dati generati dal Progetto Honey Pot per allontanare robots malevoli dal sito. Il Project Honey Pot traccia raccoglitori (email e link vengono raccolti per essere utilizzati in mille modi), spammer (di commenti spesso e malvolentieri) e altri visitatori sospetti.

HTTP:BL rende questi dati (un enorme quantità di dati) disponibile a tutti i membri del progetto honey pot, utilizzando API.

Il project honey pot è stato creato dalla Unspam Technologies inc, una compagna il cui scopo (molto arduo) è ridurre lo spam.

Funzionamento

http:bl provvede a rispondere a ogni ip inviato dal nostro sito riguardo un visitatore, una sorta di carta d’identità. I dati sono condivisi attraverso un sistema dns, è sufficiente fare una richiesta al proprio server DNS e ricevere una risposta sul tipo, la pericolosità e l’ultima visita del visitatore.

Honeypot

Un honeypot (barattolo di miele, ndr) è un trappola informatica per la protezione da attacchi e spam informatico (utilizzato anche per altri crimini, in modo diverso).

All’iscrizione al progetto si riceverà un id unico (12 cifre) per unificare le richieste. Si potrà successivamente decidere se utilizzare i quicklinks (per free host e cose così) o gli honeypots (per server con maggiore potenza), il meccanismo è sempre quello di indirizzare i robot verso un indirizzo e prelevare il loro ip. Può succedere anche di bloccare innavertitamente un utente reale, in questo caso viene mostrato un testo non riconoscibile dai robots che garantirà all’utente lo sblocco del suo ip e la possibilità di continuare serenamente la navigazione.

Statistiche

A questo indirizzo sono presenti le statistiche segnalate dal progetto honey pot in anni di analisi. Vorrei far segnalare quella riguardo i commenti spam:

#1 United States (25.8%)
#2 China (8.2%)
#3 Russia (7.3%)
#4 India (7.0%)
#5 Brazil (6.9%)

L’italia è all’undicesimo posto con il 2.3%, un segnale positivo :).

Vario

http:bl è integrabile a wordpress e joomla. Per quanto riguarda wordpress è presente un plugin (forse non più aggiornato), mentre joomla supporta il progetto con l’estensione commerciale sh404sef. E’ presente anche un modulo apache (solo per amministratori di server ovviamente) che gestisce le richieste in/out ad http:bl.

Il progetto honey pot è totalmente gratuito, penso valga la pena utilizzarlo per molti possessori di blog. Il gioco vale la candela? Se qualcuno ha idee o utilizza http:bl può commentare, se non è un robot malevolo :)!

Php Banner

Andrea Vigato

Author Andrea Vigato

freelance | creazione siti web | consulenza aziendale

More posts by Andrea Vigato